Previsioni sui mercati
finanziari

Prospettive tecniche e fondamentali per la settimana che va dal 8 al 12 Aprile.

PIL Gran Bretagna, Brexit, Politica monetaria Banca Centrale Europea, IPC Stati Uniti, IPC tedesco definitivo.

Roberto Gallo | 08:09, 2019/10/17

ANALISI FONDAMENTALE

Premessa

Continuiamo a parlare della Brexit, Lunedì 1° Aprile il parlamento ha respinto le 4 alternative all' accordo di uscita dall' Unione Europea proposto da Theresa May, accordo che è stato bocciato qualche giorno prima per la terza volta. Giovedì con un solo voto a favore è stato approvata una mozione che esclude il no-deal il 12 Aprile lasciando attive le possibilità di uscita con accordo o di non uscita. Tutto questo ha spinto la leader a tendere la mano al resto del parlamento per trovare una soluzione e raggiungere il suo obiettivo e rispettare il voto del referendum. Per avere piu' tempo a disposizione è stato chiesto un ulteriore rinvio al 30 Giugno della data di applicazione dell' articolo 50 e passando di fatto la palla ai gli altri membri della UE. La decisione di accettare o meno la proroga avverà in un vertice straordinario che si terrà mercoledì 10 Aprile. Dunque tutto rinviato alla prossima puntata.

Nel frattempo dai verbali della BCE emerge una continuazione del periodo di incertezza economica e quindi volontà di ridurre il periodo di mantenimento tassi da Marzo 2020 a dicembre 2019, preferendo un approccio graduale. A confermare il periodo d' incertezza sono i dati macroeconomici dell' eurozona, in primis quelli tedeschi che portano alla rivalutazione a ribaso delle stime del Pil per il 2019.

In Australia la banca centrale ha lasciato i tassi invariati dichiarando che nonostante il mercato del lavoro sia solido e l' ecomìnomia del paese in salute, i rischi di una rallentamento sono alti a causa di un idebbolimento del commercio mondiale e dei piani d' investimento di alcuni paesi.

Negli Stati Uniti il mercato del lavoro torna quasi a livelli ottimali creando 196k di nuovi posti di lavoro Venerdì e lasciando invariato il tasso di disoccupazione. Scendono i sussidi iniziali di disoccupazione ma purtroppo scendono anche i salari medi. Il presidente Trump continua a fare il bello e il cattivo tempo dichiarando questa volta la volontà che la Federal Reserve iniettasse nuovo denaro nel sistema, varando un quarto piano di Quantitative Easing. Probabilmente il Dollaro sta guadagnando troppo secondo i suoi gusti!

La guerra commerciale con la Cina è a buon punto e un accordo sui dazi si troverà nel giro di 4 settimane, dichiara sempre il presidente.

Dopo alcuni dati deludenti, l' economia Cinese torna a sorridere con i dati positivi dell' indice PMI Caixin. Ancora presto pero' per cantar vittoria in un clima di incertezza mondiale, la guerra commerciale rende l' export ancora debole e bisogna vedere gli effetti delle misure varate dal governo.

Market Mover settimana dal 8 Aprile al 12 Aprile.

Lunedi' 8 Aprile

  • 08:00 EUR Esportazioni tedesche nel mese di Febbraio
  • 08:00 EUR Importazioni tedesche nel mese di Febbraio
  • 08:00 EUR Saldo della bilancia commerciale tedesca del mese di febbraio
  • 14:15 CAD Nuovi cantieri edili residenziali del mese di Marzo
  • 14:30 CAD Permesi di costruzione del mese di Febbraio
  • 16:00 USD Ordinativi beni capitali escluso difesa e settore aereo
  • 16:00 USD Ordinativi alle fabbriche nel mese di Febbraio
  • 16:00 USD Ordinativi alle fabbriche al netto del trasporto nel mese di Febbraio

Iniziamo la nuova settimana con i dati sulle importazioni ed esportazioni tedesche, è atteso il saldo della bilancia commerciale alle ore 8:00 con un valore in linea con il precdente, 18,0B a Febbraio contro i 18,5B di Gennaio.

Nel pomeriggio i dati immobiliari Canadesi con i nuovi cantieri edili residenziali alle 14:15 e i permessi di costruzione alle 14:30

Alle 16:00 i primi dati economici statunitensi della settimana, abbiamo gli ordinativi alle fabbriche del mese di Febbraio, atteso un valore inferiore al precedente con -0,5% contro 0,1%.

Martedì 9 Aprile

  • 07:45 CHF Tasso di disoccupazione no destagionalizzato nel mese di Marzo
  • 07:45 CHF Tasso di disoccupazione destagionalizzato nel mese di Marzo
  • 10:00 EUR Sondagggio sui prestiti bancari della BCE
  • 14:55 USD Redbook mensile
  • 14:55 USD Redbook annuale
  • 16:00 USD Nuovi lavori JOLTS nel mese di Marzo
  • 18:00 USD Rapporto WASDE
  • 22:30 OIL Report API sulle scorte di petrolio

Iniziamo la giornata di martedi' con i dati sul tasso di disoccupazione in Svizzera. Da Novembre il tasso di disoccupazione resta invariato e anche a Marzo non ci si aspetta nessuna variazione, atteso un tasso pari al 2,4%.

Alle ore 10:00 verrà pubblicato un sondaggio da parte della BCE sui prestiti bancari, utile per capire la situazione delle banche dell' eurozona in conseguenza delle decisioni di politica monetaria.

Alle ore 16:00 verrà rilasciato altro dato sull' occupazione statunitense dopo quelli della settimana scorsa, i nuovi lavori JOLTs. Attesa una variazione leggermente al ribasso rispetto al precedente, 7,565M contro 7,581M.

A seguire il rapporto WASDE dell' USDA rilascerà alle ore 18.00 le stime di domanda e offerta. agrigola degli Stati Uniti d' America.

Alle ore 22:30 l'American Petroleum Institute rilascerà la situazione sulle scorte di Petrolio. La settimana scorsa è stato riscontrato un altro aumento delle scorte settimanali, indicando un valore pari a 2,963M di barili di petrolio.

Mercoledì 10

  • 01:50 JPY Prestiti bancari annuale del mese di Marzo
  • 01:50 JPY Principali ordinativi Macchinari annuale di Febbraio
  • 01:50 JPY Principali ordinativi di macchinari nel mese di Febbraio
  • 01:20 JPY Indice dei prezzi dei beni acquistati dalle aziende a Marzo
  • 02:30 AUD Fiducia dei consumatori Westpac ad Aprile
  • 04:30 AUD Discorso dell' asistente governatore della RBA Debelle
  • 08:15 JPY Discorso del Governatore della BOJ Kuroda
  • 10:30 GBP Prodotto interno lordo (PIL) mensile
  • 10:30 GBP Prodotto interno lordo (PIL) annuale
  • 10:30 GBP Produzione industriale mensile nel mese di Febbraio
  • 10:30 GBP Produzione industriale annuale di Febbraio
  • 10:30 GBP Produzione manufatturiera nel mese di Febbario
  • 10:30 GBP Produzione manufatturiera annuale di Febbraio
  • 10:30 GBP Saldo della bilancia commerciale a Febbraio
  • 10:30 GBP Saldo della bilancia commerciale non UE del mese di Febbraio
  • 13:00 OIL Report mensile OPEC
  • 13:45 EUR Tasso sui depositi
  • 13:45 EUR Operazioni di rifinanziamento Marginali
  • 13:45 EUR Dichiarazioni sulla politica monetaria della BCE
  • 13:45 EUR Decisione sul tasso d' interesse
  • 14:30 USD Indice dei principali prezzi al consumo del mese di Marzo
  • 14:30 USD Indice dei principali prezzi al consumo annuale di Marzo
  • 14:30 USD IPC mensile di Marzo
  • 14:30 USD IPC annuale di Marzo
  • 14:30 EUR Conferenza stampa BCE
  • 16:30 OIL Scorte di petrolio greggio
  • 18:00 GBP Vertice del consiglio europeo sulla Brexit
  • 20:00 USD Bilancio del Budget Federale di Marzo
  • 20:00 USD Verbali della riunione del FOMC

Giornata importantissima e ricca di dati quella di Mercoled' 10.

Iniziamo in piena notte con la fiducia dei consumatori Westpac in Australia, indicatore chiave della spesa dei consumatori. A seguire il discorso dell' assistente governatore della RBA Debelle.

Alle 10:30 numerose indicazioni sull' economia della Gran Bretagna. In prima linea abbiamo il PIL mensile con una variazione attesa del 0,2% in ribasso rispetto allo 0,5% precedente, non ci sono previsoni per quello annuale, la produzione manufatturiera e industriale anch' esse a ribasso sia sul fronte mensile che annuale, mentre il saldo della bilancia commerciale ci si aspetta in leggero aumento ma comunque in una situazione negativa. Quest' ultimo dovrebbe passare da -13,08B a -12,80B per quello mondiale e da -4,98B a -4,35B per quello non UE.

Alle ore 13:00 l' OPEC rilascerà i suoi verbali sul mercato del petrolio.

Occhi puntati sulla BCE alle 13:45 con la dichiarazione di politica monetaria e l' annuncio dei tassi d' interesse. Non ci saranno variazioni fino alla fine di quest' anno sui tassi, mantenendoli allo 0,00% come evidenziano le minute dell' ultima riunione e del lancio del terzo round di finanziamenti a lungo termine alle banche. Da seguire con molta attensione la conferenza stampa che si terrà alle 14:30

Passiamo ai dati americani nel primo pomeriggio.

Alle 14.30 è la volta dell' indice dei prezzi al consumo con una variazione a rialzo attesa allo 0,3% mensile e 1,8% annuale, mentre l' indice dei principali prezzi al consumo è atteso allo 0,2% mensile e invariato al 2,1% annuale.

A seguire sono attesi gli inventari dei prodotti petroliferi con una variazione attesa a ribasso del petrolio greggio, da 7,238M a 5,042M di barili di petrolio.

Alle 18:00 si riunirà il consiglio europeo per discutere della Brexit, si avranno indicazioni su eventuali altri rinvii della data di uscita dall' Unione Europea.

Alle ore 20:00 avremo ulteriori notizie sulla precedente riunione del FOMC con il rilascio dei verbali di politica monetaria per capire qualcosa in piu' su gli scenari futuri.

Alla stessa ora il Budget Federale di Marzo con atteso un miglioramento del dato negativo da -234,8 a -212,8B

Giovedì 11

  • 03:30 CNY Indice prezzi al consumo (IPC) mensile di Marzo
  • 03:30 CNY Indice prezzi al consumo (IPC) annuale di Marzo
  • 03:30 CNY Indice prezzi alla produzione (IPP) annuale di Marzo
  • 08:00 EUR Indice prezzi al consumo definitivo (IPC) tedesco mensile di Marzo
  • 08:00 EUR Indice prezzi al consumo definitivo (IPC) tedesco annuale di Marzo
  • 08:00 EUR IAPC definitivo tedesco mensile di Marzo
  • 08:00 EUR IAPC definitivo tedesco annuale di Marzo
  • 10:00 OIL Report mensile AIE
  • 14:30 USD Richieste iniziali dei sussidi di disoccupazione
  • 14:30 USD Richieste di disoccupazione continua
  • 14:30 USD Indice dei principali prezzi alla produzione mensile di Marzo
  • 14:30 USD Indice dei principali prezzi alla produzione annuale di Marzo
  • 14:30 USD IPP mensile di Marzo
  • 14:30 USD IPP annuale di Marzo
  • 14:30 CAD Indice dei prezzi delle nuove abitazioni del mese di Febbario
  • 16:30 USD Immagazzinamento di Gas Naturale

Giovedi' si parte in notturna con l' indice dei prodotti al consumo Cinese, importante per capire se l' economia del paese è in ripartenza dopo i recenti dati negativi. Su base annuale ci si aspetta una variazione al 2,4% dal 1,5% precedente, su base mensile un ribasso al -0,2% dall' 1,0% precedente.

Alle ore 8:00 tocca alla Germania a rilasciare il dato inflazionistico. Il 28 Marzo il dato preliminare ha rivelato una variazione allo 0,5% dal -0,8% mensile e all' 1,6% dall' 1,4% annuale.

Ci si apetta un IPC mensile confermato allo 0,4% e annuale all' 1,3%. Per quanto riguarda il dato IAPC è attesa conferma mensile allo 0,5% e annuale all' 1,4%.

Nel primo pomeriggio, alle ore 14:30, saranno rilasciati i sussidi di disoccupazione degli Stati Uniti, attesi in aumento sia quelli iniziali che continui.

Alla stessa ora l' indice dei prezzi alla produzione con una variazione allo 0,25 per quello mensile, invariato quello annuale al 2,5%. L' IPP mensile è atteso con un incremento al 0,35 rispetto allo 0,1% precedente, mentre quello annuale invariato all' 1,9%.

Venerdì 12

  • 05:00 CNY Esportazioni annuale di Marzo
  • 05:00 CNY Importazioni annuale di Marzo
  • 05:00 CNY Saldo della bilancia commerciale USD di Marzo
  • 11:00 EUR Produzione industriale eurozona mensile di Febbraio
  • 11:00 EUR Produzione industriale eurozona annuale di Febbraio
  • 14:30 USD Indice dei prezzi all' esportazione mensile di Marzo
  • 14:30 USD Indice dei prezzi all' esportazione annuale di Marzo
  • 14:30 USD Indice dei prezzi all' importazione mensile di Marzo
  • 14:30 USD Indice dei prezzi all' importazione annuale di Marzo
  • 16:00 USD Previsioni d' inflazione a 5 anni del Michigan preliminare di Aprile
  • 16:00 USD Sentimento di aspettativa dei consumatori del Michigan preliminare di Aprile
  • 16:00 USD Indice di fiducia del Michigan preliminare di Aprile
  • 16:00 USD Indice sentimento dei consumatori del Michigan preliminare di Aprile
  • 16:00 USD Attese d' inflazione in Michigan preliminare di Aprile
  • 19:00 OIL Impianti di trivellazione USA
  • 19:00 OIL Impianti totali di trivellazione USA

Anche venerdì è la Cina ad innaugurare la giornata con i dati sulle imprtazioni ed esportazioni e vedremo gli effetti della guerra commerciale tra USA e CINA

Alle ore 11:00 vedremo la produzione industriale dell' eurozona, attesa in calo sia su base mensile che su base annuale.

Alle 14:30 gli Stati Uniti rilasceranno l' indice dei prezzi all' importazione e all' esportazione, previsti dati a ribasso su base mensile.

Alle 16:00 arriveranno una serie di dati preliminari sulle aspettative del Michigan per il mese di Aprile.

A chiudere la giornata e la settimana saranno come sempre gli impianti di trivellazione negli Stati Uniti per avere indicazioni sulle estrazioni di petrolio per la settimana dopo.

ANALISI TECNICA

Premessa

Guardando il grafico del Dollar Index pensiamo che il Dollaro possa essere arrivato momentaneamente al capolinea e quindi da questo punto in poi dovrebbe lasciare terreno. Guardiamo l' evolversi sempre con molta cautela e tenendo d' occhio i livelli importanti.

1. Prospettive settimanali EUR/USD

La settimana scorsa il cambio Euro Dollaro ha proseguito la sua discesa andando ad effettuare una sorta di doppio minimo con il valore 1,11849 dell' 8 Marzo. Da questo valore è stato respinto andando a toccare il pivot settimanale e il 23 di fibo della discesa da 1450 in area 1,1250. Venerdi' scorso il non farm payroll ha contribuito a completare la formazione di quello che sembrerebbe un abc di ritraccio dal massimo di 1,1250.

Scenario A

Personalmente crediamo che dopo aver concluso questa correzione con eventuale espansione massima in area 1,1200, il cambio intraprenda una fase buy iniziata con il minimo del 2 Aprile e andando a testare area di pivot mensile situato a 1,1280. Questo scenario viee supportato guardando anche la conformazione dello stocasctico.

Scenario B

Nel caso in cui il cambio si proiettasse a testare ancora una volta i minimi di periodo ed eventualmente a romperli si andrebbe probabilmente verso area 1,1120.

2. Prospettive settimanali EUR/CAD

Il cambio Euro Dollaro Canadese dopo aver toccato il minimo di 1,4902 il primo Aprile ha avuto una performance long per tutta la settimana, salendo fino a testare il livello 1,5065 e venendo respinto dalla EMA50.

Scenario A

Siamo orientati a vedere una continuazione del trend long andando ad effettuare nuovi massimi, area di destinazione potrebbe essere 1,5107, questo potrebbe avvenire dopo aver effettuato un ritraccio in area 1,4990.

Scenario B

Il crosso rompe con forza area 1,4966 dirigendosi prima sul livello 1,4937 ed eventualmente a rottura e conferma verso doppio minimo.

3. Prospettive settimanali USD/CAD

Continuaiamo ad osservare il cambio Dollaro Statunitense Dollaro Canadese. Dopo aver completato la discesa e la configurazione onda in area 1,3295, il Dollato Americano ha guadagnato terreno spingendo il cross in area 1,3400 precedentemente evidenziata.

Scenario A

Crediamo che da questo punto il Dollaro Canadese possa apprezzarsi riprendento la fase di correzione e andando ad interrogare il Pivot Mensile situato sul livello 1,3316 e successivamente, con chiusure Daily sotto di esso, proiettarsi verso il minimo di 1,3248.

Scenario B

In alternativa il cambio continua la sua corsa verso i livelli 1,3420 e 1,3450.

4. Prospettive settimanali NZD/USD

Continua la fase di lateralità del cambio NZD/USD con un accenno di rottura a ribasso. Dopo aver testato la EMA21 Daily e il pivot weekly in area 0,6843, il dollaro Americano ha guadagnato campo portando il crosso al livello di 0,6718,

Scenario A

Nonostante il cambio abbia rotto la trendline dei minimi facendo pensare ad una continuazione sell, guardando la situazione di ipervenduto degl' indicatori pensiamo che possa tornare a testare la trendline e rientrare al di sopra di essa, cosi' facendo spingersi di nuovo verso area 0,6830.

Scenario B

In alternativa avere ancora un guadagno del Dollaro mericano e portare il Dollaro Neozelandese in area 0,6700 e successivamente a 0,6636.

Avvertenza:

Il contenuto di questa analisi non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento ne in alcun modo un invito all'acquisto di strumenti finanziari o prodotti.  L'investitore è l'unico responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento.

Roberto Gallo, analista e trader professionista, segue i mercati finanziari dai primi anni del 2000. La sua strategia di trading e le sue analisi si basano su studi di tipo tecnico e fondamentale, in particolar modo sulle onde di Elliott, regressioni lineari ed analisi ciclica. E' autore di diversi articoli sul mondo del forex pubblicati sui maggiori blog finanziari tra cui Investing.it.

Roberto Gallo, analista e trader professionista, segue i mercati finanziari dai primi anni del 2000. La sua strategia di trading e le sue analisi si basano su studi di tipo tecnico e fondamentale, in particolar modo sulle onde di Elliott, regressioni lineari ed analisi ciclica. E' autore di diversi articoli sul mondo del forex pubblicati sui maggiori blog finanziari tra cui Investing.it.

Prospettive tecniche e fondamentali per la settimana che va dal 1° al 5 Aprile

Politica monetaria della Banca di Australia, Dati sull' occupazione Statunitense (ADP e NFP), Dati sull' occupazione Canadese.

Roberto Gallo | 08:09, 2019/10/17

ANALISI FONDAMENTALE

Premessa

Ancora una settimana passata all' insegna della Brexit, Theresa May martedì ne perde il controllo dopo che la camera dei comuni ha approvato l' emendamento che la costringe a farsi da parte, il controllo passa nelle mani del parlamento britannico. Lo stesso parlamento boccia tute le 8 alternative alla brexit e rigetta la petizione record per revocare l' articolo 50. Venerdì 29 Marzo abbiamo assistito ancora ad una bocciatura dell' accordo nonostante la leader del partito conservatore abbia offerto le proprie dimissioni in cambio dell' approvazione. Tutto rimandato a Lunedì dove le opzioni che potrebbero essere votate dalla maggioranza sono l' unione doganale o un nuovo referendum, mentre una terza opzione sarebbe l' elezione anticipata in caso di un abbandono della May. Tutto si dovrà risolvere entro il 12 Aprile per evitare un' uscita senza accordo, quindi molta attenzione a tutte le notizie che arrivano dall' oltremanica.

Dagli Stati Uniti mentre arrivano notizie positive sulle trattative commerciali con la Cina, la curva dei rendimenti dei Buoni del Tesoro inverte dettando preoccupazioni per una futura recessione. Questa inversione dà indicazioni anche su un probabile taglio dei Tassi da parte della Federal Reserve Bank. Staremo a vedere.

In Cina la guerra commerciale continua a farsi sentire, l' economia continua a rallentare e gli utili aziendali ne sono la dimostrazione mostrando un crollo annuo del 14%. Una frenata così evidente non avveniva dal 2011.

Market Mover settimana dal 1° Aprile al 5 Aprile

Lunedi' 1° Aprile

  • 00:50 JPY Indice Tankan dei grandi produttori manufaatturieri 1° trimestre
  • 00:50 JPY Indice Tankan delle grandi aziende non manufatturiere 1° trimestre
  • 02:45 CNY Indice Manufatturiero PMI Caixin del mese di Marzo
  • 07:30 CHF Vendite al dettaglio annuale del mese di Febbraio
  • 08:45 EUR Indice dei direttori ddegli acquisti settore manufatturiero Italiano di Marzo
  • 08:50 EUR Indice PMI manufatturiero francese del mese di Marzo
  • 08:55 EUR Indice dei direttori degli acquisti del settore manufatturiero tedesco di Marzo
  • 09:30 EUR Indice PMI manufatturiero Eurozona di Marzo
  • 09:30 GBP Indice dei direttori di acquisto del settore manufatturiero del mese di Marzo
  • 10:00 EUR Indice dei prezzi al consumo (IPC) Eurozona annulae del mese di Marzo
  • 13:30 USD Vendite al dettaglio beni essenziali dle mese di Febbraio
  • 13:30 USD Vendite al dettaglio del mese di Febbario
  • 14:45 USD Indice dei direttori agli acquisti del settore manufatturiero del mese di Marzo
  • 15:00 USD Livello delle scorte di magazzino delle aziende del mese di Gennaio
  • 15:00 USD Indice ISM dei direttori agli acquisti del settore manufatturiero del mese di Marzo
  • 22:00 NZD Indice NZIER di fiducia delle aziende del 1° trimestre

Abbiamo un lunedi' caratterizzato da numerosi dati macroeconomici essendo anche il primo giorno del nuovo mese

La sessione Asiatica rilascerà in nottata l' indice Tankan del primo trimestre dei grandi produttori manufatturieri Giapponesi e delle grandi aziende non manufatturiere. A seguire avremo la Cina che rilascerà il PMI manufatturiero Caixin.

La mattinata europea inizia con l' indice PMI manufatturiero dell' Eurozona del mese di Marzo preceduto di poco dall' indice PMI Francese e l' idice dei direttori degli acquisti del settore manufatturiero tedesco. Le attese sono per un dato invariato per quanto riguarda il PMI dell' eurozona.

A seguire l' indice dei direttori degli acquisti del settore manufatturiero della Gran Bretagna del mese di Marzo. Le attese sono per un dato leggermente al ribasso, da 52,0 a 51,0.

Alle ore 10:00 sarà rilasciato l' indice dei prezzi al consumo annuale della zona Euro inerente al mese di Marzo. Dato inflazionistico importante. Anche qui' ci si aspetta un dato invariato al precedente assestandosi sull' 1,5%.

Passiamo alla sessione Americana con il rilascio alle 13:30 delle vendite al dettaglio dei beni essenziali e non del mese di Febbraio.

Alle 15:30 l' indice dei direttore degli acquisti del settore manufatturiero e il livello delle scorte di magazzino delle aziende, quest' ultimo con un' aspettativa al ribasso dello 0,3%.

Sempre allo stesso orario avremo un importante misuratore economico, l' indice ISM dei direttori agli acquisti del settore manufatturiero del mese di Marzo, le aspettative sono per un dato stabile a 52,0.

Chiudiamo la prima giornata del mese con l' idice NZIER di fiducia delle aziende Neozelandesi.

Martedì 2 Aprile

  • 04:30 AUD Decisione sul tasso d' interesse

  • 04:30 AUD Report dichiarazioni sulla politica monetaria.

  • 07:30 CHF IPC mensile del mese di Marzo

  • 07:30 CHF IPC annuale del mese di Marzo

  • 09:30 GBP Indice dei direttori ddegli acquisti del settore costruzioni del mese di Marzo

  • 10:00 EUR IPP mensile di Febbraio

  • 10:00 EUR IPP annuale del mese di Febbraio

  • 10:00 EUR Tasso di disoccupazione Eurozona del mese di Febbraio

  • 13:30 USD Principali ordinativi di beni durevoli del mese di Febbraio

  • 13:30 USD Ordinativi durevoli del mese di Febbario

  • 21:30 OIL Report API sulle scorte di petrolio

Alle 4:30 di Martedi' sarà rilasciata la decisione sulla politica monetaria da parte della Reserve Bank Of Australia. Anche nell appuntamento del 5 Marzo i tassi sono stati lasciati all' 1,50%, valore che resta invariato dal 2016, le aspettative sono ancora per una permanenza su questi livelli in quanto nei verbali pubblicati il 19 Marzo si evince l' intezione di non ridurli ancora nonostante prospettive econmiche siano a ribasso.

Alle ore 7:30 aprirà la mattinatà europea l' indice dei prezzi al consumo Svizzero dle mese di Marzo, sia su base mensile che annua. Attesi dati invariati.

Alle 10:00 è la volta dell' indice dei prezzi alla produzione dell' Eurozona del mese di Febbario con attesa una variazione al ribasso dallo 0,4% allo 0,1% mensile. Su base annuale ci si aspetta un incremento dello 0,1% rispetto al precedente.

In contemporanea sarà rilasciato il tasso di disoccupazione di Febbraio sempre dell' Eurozona con una percentuale attesa del 7,8% in linea con la precedente.

Nel primo pomeriggio tocca a i dati degli Stati Uniti con il rilascio alle 13:30 dei principali ordinativi di beni durevoli del mese di Febbraio, è atteso un dato positivo passando dl -0,2% al +0,2%.

In serata l' american Petroleum Institute rilascerà come ogni martedi' la situazione sulle scorte di Petrolio. La settimana precedente c'è stato un aumento delle scorte settimanali indicando un valore pari a 1,930M di barili di petrolio.

Mercoledì 3

  • 01:30 AUD Esportazioni del mese di Febbario

  • 01:30 AUD Importazioni del mese di Febbario

  • 01:30 AUD Saldo della Bilancia commerciale del mese di Febbario

  • 01:30 AUD Vendite al dettaglio del mese di Febbraio

  • 08:55 EUR Indice dei direttori degli acquisti del settore servizi tedesco di Marzo

  • 09:00 EUR Indice composito dei servizi Eurozona del mese di Marzo

  • 09:00 EUR Indice dei direttori degli acquisti del settore servizi Eurozona di Marzo

  • 10:00 EUR Vendite al dettaglio Eurozona del mese di Febbraio

  • 10:30 GBP Indice dei direttori degli acquisti del settore servizi del mese di Marzo

  • 13:15 USD Variazione dell' occupazione non agricola (ADP) di Marzo

  • 13.30 USD Discorso del membro FOMC Bostic

  • 14:45 USD Indice Markit PMI composito del mese di Marzo

  • 14:45 USD Indice dei direttori degli acquisti del settore terziario di Marzo

  • 15:00 USD Indice ISM dell' occupazione non manufatturiera di Marzo

  • 15:00 USD Indice ISM non manufatturiero del mese di Marzo

  • 15:30 OIL Scorte di petrolio greggio

Iniziamo la giornata con il saldo della bilancia commerciale Australiana di Febbario con aspettative a ribasso rispetto al dato precedente. Attese alla stessa ora le vendite al dettagio mensili con una stima del 0,2% rispetto allo 0,1% precedente.

Alle 8:55 avremo il rilascio dell' indice dei direttori degli acquisti del settore servizi tedesco con attese per un dato invariato, dopo 5 minuti stesso dato riguardante l' intera Eurozona atteso invariato a 52,7 .

Dopo un 'ora sono attese le vendite al dettaglio dei paesi dell' Unione Europea con aspettative al ribasso sia per il dato mensile e sia per il dato annulae.

Alle 10:30 è la volta della Gran Bretagna con l' indice dei direttori degli acquisti del settore servizi, 50,9 contro 51,3 precedente è l' aspettativa.

Nel primo pomeriggio è atteso il primo dato sul lavoro del mese conosciuto come ADP. L' ADP National Employment Report misura la variazione dell' occupazione non agricola degli Stati Uniti d' America, è un dato preliminare e predittivo del Non Farm Pyroll (NFP) che viene pubblicato dopo due giorni il primo venerdi' di ogni mese. É attesa una variazione di 170k nell' occupazione non agricola contro il precedente di 183k.

Dopo il primo dato sul lavoro avremo anche per gli Stati Uniti alle 14:45 l' indice dei direttori degli acquisti del settore terziario con aspettative invariate.

Alle 15:00 i dati manufatturieri ISM di Marzo, indice dei nuovi ordini, indice dell' ocupazione e l' indice non manufatturiero. Quest' ultimo piu' importante degli altri due è atteso con un valore di 58,0 contro 59,7 del precedente rilascio

Alle 15:30 l' Energy Information Administration (EIA) rilascerà l' inventario dei prodotti petrolifici. Con il report API del giorno precedente il dato EIA dà indicazioni sul possibile movimento del petrolio.

Giovedi' 4

  • 07:00 EUR Ordinativi alle fabbriche tedesche del mese di Marzo

  • 12:30 EUR Minute di politica monetaria BCE

  • 13:30 USA Richieste iniziali di sussidi di disoccupazione

  • 15:00 CAD Indice Ivey dei direttori di acquisti

  • 15:30 USA Immagazzinamento Gas Naturale

  • 18:00 USA Discorso del membro FOMC Mester

Giornata un po' povera quella che ci aspetta Giovedì.

Iniziamo con gli ordinativi alle fabbriche tedesche alle 7:00 che indica la variazione delle richieste di beni durevoli e non durevoli in Germania. Ci si apetta un miglioramento dal precedente dato negativo di -2,6% a + 0,1%.

Alle 12:30 occhi puntati sulla pubblicazione da parte della BCE delle minute dell' incontro sulla precedente politica monetaria.

Altri dati sull' occupazione Statunitense ci aspettano alle 13:30 con le richieste continue e iniziali dei sussidi di disoccupazione.

Alle 15:00 il Canada rilascerà l' Indice Ivey (PMI) dei direttori acquisti di Marzo. Fornisce un' indicazione sullo stato di salute del settore manufatturiero e sulla crescita in Canada. Gli ultimi tre rilasci sono stati al ribasso come da grafico sottostante.

Venerdi' 5

  • 00:30 JPY Consumi delle famiglie del mese di Marzo

  • 00:30 JPY Consumi delle famiglie annuale

  • 07:00 EUR Produzione industriale Tedesca del mese di Febbraio

  • 08:30 GBP Indice Halifax dei prezzi delle case mensile di Marzo

  • 08:30 GBP Indice Halifax dei prezzi delle case annuale

  • 13:30 USA NFP buste paga del settore non agricolo

  • 13:30 USA Salario orario medio mensile

  • 13:30 USA Salario orario medio annuale

  • 13:30 USA Tasso di disoccupazione

  • 13:30 CAD Variazione del livello di occupazione

  • 18:00 USA Impianti di trivellazione

  • 18:00 USA Impianti totali di trivellazione

Giornata importante quella di venerdì con la presenza dei dati sull' occupazione negli Stati Uniti che provoca spesso volatilità sui mercati. Ma andiamo per ordine.

Alle 7.00 abbiamo la produzione industriale tedesca con un' attesa positiva allo 0,5% dal -0,8% precedente.

Alle 8:30 c'è il rilascio dell' indice Halifax dei prezzi delle case, importante per analizzare il mercato immobiliare del Regno Unito. Verà rilasciato su base annua e mensile del mese di Marzo con un ribasso atteso al -2,3% rispetto al precedente positivo di 5,9%

Alle 13:30 i suddetti dati sull' occupazione degli Stati Uniti. Iniziamo con le buste paga non agricole (NFP) del mese di marzo, il dato precedente è stato al quanto deludente con solo 20k nuovi posti di lavoro, quindi ci si aspetta un netto miglioramento con circa 170k nuove buste paga. Il tasso di disoccupazione dovrebbe essere invariato al 3,8% e lo stesso per la retribuzione oraria media a distanza di un anno. Atteso invece a ribasso il salario orario medio rispetto al mese precedente, da 0,4% a 0,3%.

Anche per il Canada sono attesi i dati sull' occupazione con una stima molto a ribasso, si attende una variazioni di -10k contro 55,9k precedentemente rilasciati.

Come ogni venedì alle 18:00 abbiamo il rilascio del numero degli impianti di trivellazione negli Stati Uniti nuovi e nel totale. Importante per capire la variazione delle scorte di petrolio nella settimana successiva.

ANALISI TECNICA

1. Prospettive settimanali EUR/USD

In settimana il cambio Euro Dollaro ha continuato la sua discesa portandosi vicino al livello pscicologico di 1,1200, registrando il minimo di 1,1209.

Scenario A

Ci aspettiamo che il cambio ritracci verso area 1,1300 dove sosta al momento la EMA21 su tf daily e da li una respinta lo porterebbe di nuovo in basso, mentre una rottura e conferma lo porterebbe alle EMA successive.

Scenario B

Il cambio continua la sua discesa rompendo la trendline parallela dei massimi portandosi sul minimo del 7 Marzo a tentare di romperlo per proseguire. Eventuale rottura del minimo aprirebbe le porte al livello 1,1070

2. Prospettive settimanali USD/JPY

Il cambio USD/JPY dopo essere stato respinto dal livello 109,70 ( 50% di fibo discesa da 114,56) si è spinto sino al livello 110.90 ( 61,8% di fibo) andando a testare la EMA100.

Scenario A

Pensiamo che il cross ritorni in basso andando ad interrogare il livello 109.40, successivamente romprendo e confermando lo stesso potrebbe spingersi verso area 108.50

Scenario B

In alternativa il proseguimento della fase buy spingerebbe il cambio verso la trendline dei massimi e solo rompendola con forza si proietterebbe verso area 112.50

3. Prospettive settimanali USD/CAD

Dopo aver aggiornato il massimo del 10 Marzo registrandolo sul livello 1,3452, il cambio USD/ CAD ha intrapreso una fase sell correttiva spingendosi in area EMA21 toccando valore 1,3339.

Scenario A

Pensiamo che la correzione non sia terminata e dopo breve ritraccio il cambio vada a testare nuovi minimi relativi in area 1,3310, 1,3275 ed eventualmente 1,3226.

Scenario B

Il cambio va oltre il livello 1,3398 andando a testare i massimi di periodo in area 1,3450.

4. Prospettive settimanali XAUUSD

Il Gold dopo aver ritracciato toccando quota 1324.40 e facendo pullback su trendline dei minimi ha ripreso la sua fase sell spingendosi a quota 1286 rompendo altra tredline inferiore.

Scenario A

Prima di riprendere il trend long siamo fiduciosi sul fattto che l' oro possa effettuare un altro minimo in area 1276 per completare la correzione, eseguendo un doppio minimo con quello del 21 Gennaio scorso, solo la rottura di questo minimo lo porterebbe verso scenari piu' in giu'.

Scenario B

In alternativa il Gold rompe al rialzo la trendline da poco forata andando verso area 1305 ed eventualmente proseguire verso nuovi massimi.

Avvertenza:

Il contenuto di questa analisi non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento ne in alcun modo un invito all'acquisto di strumenti finanziari o prodotti.  L'investitore è l'unico responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento.

Roberto Gallo, analista e trader professionista, segue i mercati finanziari dai primi anni del 2000. La sua strategia di trading e le sue analisi si basano su studi di tipo tecnico e fondamentale, in particolar modo sulle onde di Elliott, regressioni lineari ed analisi ciclica. E' autore di diversi articoli sul mondo del forex pubblicati sui maggiori blog finanziari tra cui Investing.it.

Roberto Gallo, analista e trader professionista, segue i mercati finanziari dai primi anni del 2000. La sua strategia di trading e le sue analisi si basano su studi di tipo tecnico e fondamentale, in particolar modo sulle onde di Elliott, regressioni lineari ed analisi ciclica. E' autore di diversi articoli sul mondo del forex pubblicati sui maggiori blog finanziari tra cui Investing.it.

Prospettive tecniche e fondamentali della settimana che va dal 25/03 al 29/03

Politica Monetaria Banca della Nuova Zelanda, Politica Monetaria banca del Sud Africa, Conferenza stampa Mario Draghi, Pil Stati uniti, PIL Gran Bretagna, Pil Canadese, dati macroeconimici Tedeschi. Analisi tecnica dei cross piu' appetitosi.

Roberto Gallo | 08:09, 2019/10/17

ANALISI FONDAMENTALE

Premessa

Nella riunione di Mercoledi' la banca centrale Statunitense ha lasciato invariati i tassi al 2,50% come da aspettative ma ha cambiato il prospeto di politica monetaria per il 2019, da due possibili aumenti dei tassi è scesa a nessun aumento degli stessi, questo a caua di revisione a ribasso delle prospettive economiche. Nel frattempo continuano i coloqui per l' accordo commerciale Tra Stati Uniti e Cina.

In Gran Bretagna ad attirare l' attenzione è sempre la questione sulla Brexit. In settimana dopo una lunga e complicata trattativa si èarrivati a posticipare la data di uscita dell Unione Europea al 22 Maggio, questa proroga avrà validità solo se la settimana prossima Theresa May riuscirà a far approvare in parlamento l' accordo. Questa situazione frustrante del Regno Unito ha spinto 700 mila persone hanno manifestato in strada per avere un secondo referendum sulla Brexit. In virtu' di tutto cio' la Banca D' Inghilterra ha lasciato i tassi invariati allo 0,75% dichiarando di aspettare la risoluzione della situazione Brexit e degli effetti sull' economia.

In Svizzera continua la politica monetaria espansiva delle Banca Nazionale lascindo invariati i tassi a -0,75%. L' istituto ha rivisto leggermente  al ribasso le previsioni sull' inflazione e un aumento del PIL di circa 1,5%  per il 2019.

In Germania scende l' indice Zew delle condizioni economiche tedesche e Venerdi il PMI tedesco e dell' Eurozona sono stati deludenti.

Nel rapporto mensile della BCE  viene ribadito che i tassi resteranno invariati per tutto il 2019 in quanto l' inflazione non raggiunga i livelli desiderati. L' indebbolimento dei dati economici dichiarano un rallentamento del ritmo di espansione econiomica.

Market Mover settimana dal 25 Marzo al 29 Marzo

Lunedi' 25 Marzo

  • 01:45   USD  Discorso di Evans (FED)
  • 10:00   EUR  Indice IFO sulla fiducia aziende tedesche
  • 10:00   EUR  Valutazione dell' attuale situazione tedesca
  • 10:00   EUR   Aspettative business tedesco
  • 22:45   NZD   Esportazioni mese di Febbraio
  • 22:45   NZD   Importazioni mese di Febbraio
  • 22:45   NZD   Saldo della bilacia commerciale Mensile
  • 22.45   NZD   Saldo della bilancia commerciale Annuale

Lunedi'  come al solito povero di dati Macro, salta all' occhio l' indice IFO sulle aziende Tedesche, dato importante che misura il sentiment e le condizioni delle aziende. L' indice IFO è oramai in calo da Agosto 2018 e le aspettative sono ancora in discesa onsiderando la situazione economica in Germania. In contemporanea le aspettative del Business Tedesco e la valutazione della situazione Tedesca.

In serata dati sulla bilancia commerciale della Nuova Zelanda, si vedrà la situazione dell' import e dell' export del mese di Febbario utili per capire lo stato di salute della nazione in virtu' del rilascio dei Tassi d' interesse che si terra'  mercoledi' 27 Marzo.

Martedi' 26 Marzo

  • 00:30  USD   Discorso Del presidente della FED di Boston Rosengreen
  • 9:30   HKD   Esportazioni mese di Febbraio
  • 9:30   HKD   Importazioni mese di Febbraio
  • 9:30   HKD   Saldo della Bilancia Commerciale
  • 13:30   USD   Permessi di costruzione rilasciati mese di Febbraio
  • 13:30   USD   Concessioni Edilizie mese di  Febbraio
  • 13:30   USD   Nuovi cantieri edili residenziali mese di Febbraio
  • 13:00   USD   Apertura nuovi cantieri edili mese di febbraio
  • 14:00   USD   Indice HPI S&P/CS Composite 21 Annuale
  • 15:00   USD  Rapporto sulla Fiducia dei consumatori mese di Marzo
  • 21:30   OIL    Report Api sulle scorte di petrolio.

La giornata di martedi' è caratterizzata dal rilascio dei dati sull' edilizia negli Stati Uniti D' America.

Il mercato immobiliare è un ottimo indicatore di stato di salute dell' economia. Abbiamo alle 13:30 permessi di costruzione, apertura di nuovi cantieri edili residenziali e apertura nuovi cantieri edili, tutto riferito al mese di Febbraio. Alle ore 14.00 l' indice HPI che misura la variazione di prezzo di vendita nel mercato immobiliare per 21 regioni degli stati Uniti d' america.

Alle 15:00 il rapporto sulla fiducia dei consumatori che puo' anticipare la spesa dei consumatori. É una notizia a tre tori quindi di particolare importanza. Ci sono aspettative positive rispetto al valore precedente, atteso 132,0 da 131,4.

Alle 21.30 L' american Petroleum Institute rilascerà come ogni martedi' la situazione delle scorte di Petrolio. La settimana precedente c'è stata una netta diminuizione delle scorte settimanali indicando – 2,133M di barili di petrolio.

Mercoledi' 27 marzo

  • 00:00   AUD  Discorso Kent,  assistente Governatore  della Reserve Bank of Australia
  • 02:00   NZD  Dichiarazioni delle RBNZ sui tassi d' interesse
  • 02:00   NZD  Decisioni sul tasso d'interesse
  • 02:00   NZD  Conferenza stampa RBNZ
  • 09:00   EUR   Discorso Presidente BCE Mario Draghi
  • 09:45   EUR   Discorso di Praet della BCE
  • 11:45   EUR   Discorso di De Guindos della BCE
  • 13:30   USD   Esportazioni
  • 13.30   USD   Importazioni
  • 13:30   USD   Saldo della bilancia commerciale di Gennaio
  • 13.30   CAD   Esportazioni
  • 13:30   CAD   Importazioni
  • 13:30   CAD   Saldo della bilancia commerciale di Gennaio
  • 14:30   EUR    Discorso di Mersch della BCE
  • 15:00   CHF    Bollettino trimestrale della Banca Nazionale Svizzera
  • 15:30   OIL     Scorte di petrolio greggio
  • 22:30   USD    Discorso del membro della FOMC George

Iniziamo la giornata di Mercoledi' col la politica monetaria della Reverse Bank of New Zeland (RBNZ) dove verrà rilasciata la decisione sui tassi d'interesse. La banca della nuova zelanda è da novembre 2016 che lascia i tassi invariati all' 1,75% e molto probabilmente non effettuerà un ritocco avendo riscontrato una crescita piu' morbida del PIL.

Alle 9:00 parlerà il presidente della BCE Mario Draghi dove potrebbe dare indicazioni interessanti sull mosse future da parte della banca centrale. Durante la Giornata si alterneranno a parlera altri menbri importandi della banca centrale. Le loro dichiarazioni sono sempre interessanti.

Alle 13:30 i dati sulla bilancia commerciale degli Stati Uniti d' America, le attese per il mese di Gennaio sono di un lieve rialzo al dato negativo precedentemente rilasciato, causato dalla guerra commerciale con la Cina. É atteso un -57,50B.

Sempre alle 13:30 è atteso il dato sul saldo della  bilancia commerciale Canadese inerente sempre al mese di Gennaio. Anche in questo caso è atteso un miglioramento del dato negativo, è atteso -,385B  rispetto al precedente di -4,59B.

La banca Nazionale Svizzera rilascerà il bollettino trimestrale alle ore 15:00, saranno presenti indicazioni sulla situazione economica e spunti sulla politica monetaria futura.

Alle 15:30 l' Energy Information Administration (EIA) rilascerà l' inventario dei prodotti petrolifici. E' atteso un aumento di scorte di petrolio greggio a 0,309M rispetto al dato negativo precedente di -9589M. Con il report API del giorno precedente il dato  EIA dà indicazioni sul possibile movimento del petrolio.

Si chiude la giornata con il discorso di George, membro FOMC, alle 22:30

Giovedi' 28 Marzo

  • 01:00  NZD  Livello  di fiducia delle aziende Neozelandesi del mese di Marzo
  • 08:00  GBP   Indice nazionale dei prezzi delle case mensile
  • 08:00  GBP   Indice nazionale dei prezzi delle case annuale
  • 13:30  USD   PIL trimestrale inerente al 4° trimestre
  • 13:30  USD   Indice dei prezzi PIL trimestrale inerente al 4° trimestre
  • 13:30  USD   Richieste iniziali dei sussidi di disoccupazione
  • 14:00  EUR   IPC tedesco mensile del mese di Marzo
  • 14:00  EUR   IPC tedesco annuale
  • 14:00  EUR   IAPC tedesco mensile del mese di Marzo
  • 14:00  EUR  IAPC tedesco annuale del mese di Marzo
  • 14:00  ZAR  Annuncio del tasso d' interesse da parte della South African Reserve Bank
  • 14:30  USA  Discorso del memro del FOMC Clarida
  • 15:00  USA  Contratti pendenti di vebdita di abitazioni del mese di Febbraio
  • 22:20  USA  Discorso del membro del FOMC  Bullard
  • 22:45  NZD  Permessi di costruzione rilasciati nel mese di Febbraio.

Al risveglio Giovedì troveremo il dato sul livello di fiducia delle aziene della nuova Zelanda, è un indice delle condizioni commerciali della nazione.

Alle 8:00 del mattino tocca alla Gran Bretagna con l' indice nazionale dei prezzi delle abitazioni. L' indice misura la variazione media nel prezzo di un abitazione con un mutuo ipotecario. Dato essenziale per capire le condizioni del mercato immobiliare.

Nel primo pomeriggio sono attesi i dati sulle richieste iniziali di disoccupazione negli Stati Uniti e i dati sul prodotto interno lordo trimestrale del 4° trimestre. Per quanto riguarda i dati sull' occupazione ci si aspetta un leggero aumento dei sussidi iniziali rispetto al precedente, da 221k  a 225k.

Per quanto riguarda invece il PIL avremo due rilasci molto importanti, il PIL trimestrale e l' indice dei prezzi PIL trimestrale.

Il primo è atteso in ancora in calo al 2,4% dal precedente 2,6%. Il secondo anch' esso in calo all' 1,8% dal 2,5%.

Alle 14:00 sarà ancora la germania a rilasciare dati macroeconomici importanti.

Avremo l' indice dei prezzi al consumo (IPC) mensile e annuale, visto dalla parte del consumatore Si tratta di uno strumento chiave per l' iflazione. Il dato mensile è atteso con un rialzo allo 0,65 rispetto allo 0,4% precedente. Quello annuale è atteso invariato all' 1,5%.

Sempre alle 14:00 la banca del Sud Africa rilascerà la dichiarazione sui tasi d' interesse, attualmente sono al 6,75% e non sono previsti cambiamenti in merito. C' è da considerare comunque che  il tasso d' inflazione è salito al 4,1% annuo a Febbario e l' indice dei prezzi al consumo ha avuto un rialzo dello 0,8%.

Alle 14:30 parlerà il membro del FOMC Clarida.

I contratti pendenti di vendita abitazioni verrà rilasciato alle 15:00, l' indice Pending home sales index misura la percentuali di contratti stipulati. E' atteso un dato molto basso rispetto al precedente, dal 4,6% allo 0,3%.

Bullard del FOMC parlerà alle 22:20.

Alle 22:45 chiuderanno la giornata i permessi di costruzione NeoZelandesi.

Venerdi' 29 Marzo

  • 00:30  JPY   Indice dei prezzi al consumo del mese di Marzo annuale
  • 00:30  JPY   Tasso di disoccupazione
  • 00:50  JPY   Produzione Industriale del mese di Febbraio
  • 00:50  JPY   Vendite al dettaglio del mese di Febbraio annuale
  • 08:00  EUR  Vendite al dettaglio in Germania nel mese di Febbario mensile
  • 08:00  EUR  Vendite al dettaglio in Germania nel mese di Febbario annuale
  • 09:55  EUR  Variazione della disoccupazione in Germania nel mese di Marzo
  • 09:55  EUR   Tasso di disocupazione tedesco nel mese di Marzo
  • 10:30  GBP    Prodotto interno lordo (PIL) 4° trimestre annuale
  • 10:30  GBP    Prodotto interno lordo (PIL) 4° trimestre trimestrale
  • 11.00  EUR    Indice prodotti al consumo (IPC) del mese di Marzo
  • 13:30  USA    Indice prezzi spese personali di Gennaio mensile
  • 13:30  USA    Indice prezzi spese personali di Gennaio annuale
  • 13:30  USA    Spese personali di Gennaio mensile
  • 13:30  CAD    Prodotto interno lordo (PIL) a Gennaio mensile
  • 15:00  USA     Sentimento d' aspettativa consumatori Michigan a Marzo
  • 15:00  USA     Indice di fiducia del Michigan a Marzo
  • 15:00  USA     Indice preliminare sentimento consumatori Michigan a Marzo
  • 15:00  USA    Vendita  nuove abitazioni a febbraio mensile
  • 15.00  CAD    Bilancio del Budget
  • 18:00  OIL     Impianti di trivellazione USA

Venerdi' giornata ricca di eventi interessanti.

Partiamo subito nella notte con i dati del Giappone a smuovere la sessione Asiatica. E' atteso l' indice dei prezzi al consumo con un aspettativa invariata del 1,5%, idem per il tasso di disoccupazione al 2,5%. Dovrebbe salire la produzione industriale all' 1,0% dal precedente -3,4%. Attese anche le vendite al dettaglio con un 1,2% a Febbario atteso rispetto allo 0,6% dell' anno prima.

Ad inizio mattina tocca ad altri dati tedeschi con le vendite al dettaglio attese negative a Febbraio con un -,9% rispetto al 3,3% precedente. Alle 9.55 la variazione del tasso di disoccupazione è atteso con un aumento dal -21k al -10k, con una percentuale che dovrebbe lasciare lo 0,1% rispetto al 5,0%.

Alle 10:30 la Gran Bretagna ci dirà la situazione del PIL trimestrale e annuale, si aspettano dati invariati.

Ore 11:00 è atteso l' Indice Dei Prezzi al Consumo (IPC) dell' Eurozona con un dato di confronto pari all' 1,5%

Alle ore 13:30 i dati sulle spese personali negli Stati Uniti, molto importante per capire l' andamento del PIL. Attesi dati in media invariati.

Sempre alle 13.30 il Canada rilascerà il prorio PIL mensile e annuale, un attesa di un miglioramento allo 0,1% su quekllo mesile rispetto a quuello precedente.

Nel primo pomeriggio Il Michigan rilascerà le sue aspettative sull' inflazione degli Stati uniti e avremo i dati sulla vedntita delle nuove abitazioni con aspettative a rialzo.

Chiudiamo la giornata e la settimana con i dati sugl' impianti di trivellazione negli Stati Uniti.

ANALISI TECNICA

1. Prospettive settimanali EUR/USD

Il cambio Euro Dollaro in settimana, con l' aiuto delle dichiarazioni da partedi Powell, ha continuato la sua salita spingendosi  oltre la trend line dei massimi, andando a toccare il livello 1,1450 che è  il 50% di Fibonacci della salita da 1,0340 a 1,2560. Da li è iniziato il ritraccio portandosi al 61,8 di Fibonacci della salita dal minimo di 1,1175 e  toccando il livello 1,1273.

Scanario A

Essendo rientrato nel canale discendente e quindi sotto la trendline dei massimi, crediamo che il cambio possa, dopo breve ritraccio in area 1345-1360, continuare la sua discesa verso il livello 1,1235 ed evantualmente prosegurire verso il minimo assoluto di periodo che si trova a 1,1175.

Scenario B

In Alternativa dopo aver toccato il 61,8 di fibonacci situato a 1,1280 circa, facendo registrare appunto il minimo di 1,1173, il cambio potrebbe tornare su a testare la trendline dei massimi e proseguire il suo trend ling di medio periodo.

2. Prospettive settimanali AUD/JPY

Il cambio AUD/JPY dal 5 febbraio è in trend range, questa lateralità sembrerebbe pronta a cessare,   dopo aver testato per ben due volte in settimana la EMA 100 su TF Daily e dopo aver chiuso sotto la EMA21, si è sviluppata una candela short spingendo il cross ad un minimo di 77.90.

Scanario A

Pensiamo che il cambio possa continuare la sua discesa andando testare prima area 77,50 e alla rottura proiettarsi verso  76.73 livello equivalente  al 38% di fibonacci della salita dal minimo.

Scenario B

Il cambio non rompe il livello che lo tiene in trend range e viene respinto verso l' alto continuando la sua lateralità.

3. Prospettive settimanali AUD/CHF

Molto simile la situazione di  AUD/CHF con quella di  AUD/JPY. Il cambio dopo aver ritracciato dal minimo di 0.6712 è andato a toccare il livello massimo di 0.7261 . Dopo aver testato per ben due volte la EMA100 in area 0.7200 ha continuato la discesa andando a ritestare e a rompre il 38 di fibonacci della salita da 0.6712 situato a 0.7051.

Scenario A

Anche qui crediamo che si continui con il momento sell andando a testare il livello 0.6988 e a rottura e conferma dello stesso spingersi verso 0.6921.

Scenario B

In Alternativa il livello 0.7051 viene rotto a rialzo e andreamo a ritestare le EMA che al momento sono resistive.

4. Prospettive settimanali DAX

Il Future del Dax  dopo essersi spinto in alto  a completare il suo ritraccio, è stato respinto dalla EMA21 sul Weekly, da li ha iniziato la fase sell andando prima a rompere la trndline dei minimi e poi andando a testare la EMA50 Daily.

Scenario A

Noi siamo orientati a vedere il Dax proseguire la sua discesa verso il livello 11232 e a Rottura e conferma proiettarsi verso 11052-10870

Scenario B

Si verifica una falsa rottura della EMA50 e il Future si riporta all' interno del canale ascendente andando a testare nuovamente i massimi di periodo.

Avvertenza:

Il contenuto di questa analisi non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento ne in alcun modo un invito all'acquisto di strumenti finanziari o prodotti.  L'investitore è l'unico responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento.

Roberto Gallo, analista e trader professionista, segue i mercati finanziari dai primi anni del 2000. La sua strategia di trading e le sue analisi si basano su studi di tipo tecnico e fondamentale, in particolar modo sulle onde di Elliott, regressioni lineari ed analisi ciclica. E' autore di diversi articoli sul mondo del forex pubblicati sui maggiori blog finanziari tra cui Investing.it.

Roberto Gallo, analista e trader professionista, segue i mercati finanziari dai primi anni del 2000. La sua strategia di trading e le sue analisi si basano su studi di tipo tecnico e fondamentale, in particolar modo sulle onde di Elliott, regressioni lineari ed analisi ciclica. E' autore di diversi articoli sul mondo del forex pubblicati sui maggiori blog finanziari tra cui Investing.it.

Prospettive tecniche e fondamentali della settimana che va dal 18/03 al 22/03.

Politica monetaria Banche Centrali, Stati Uniti, Inghilterra, Svizzera. Brexit e principali dati macroeconomici. Analisi tecnica dei cross piu' interessanti.

Roberto Gallo | 08:09, 2019/10/17

ANALISI FONDAMENATLE 

Premessa

E' stata una settimana inteessante quella che ci lasciamo alle spalle.

In Inghilterra abbiamo avuto le varie votazioni per la Brexit che hanno portato alla richiesta di una proroga dell' articolo 50 per l' uscita dall' Unione Europea. I dati macro rivelano un miglioramento nella produzione industriale e manufatturiera, un aumento del prodotto interno lordo ma unrallentamento importante sulla bilancia commerciale che misura la differenza tra import ed export.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti il presidente Trump è intenzionato a realizzare il muro sul confine del messico e ha posto il veto sul testo per la dichiarazione di stato di emergenza. Sugli accordi commerciali con la Cina dichiara di non avere fretta e sposta l' incontro con il presidente Xi Jinping. La Federal Reserve di Atlanta abbssa le stime del prodotto interno lordo del primo trimestre del 2019 dallo 0,5% allo 0,2%.

In Giappone la BOJ lascia invariati i tassi e dichiara di mantenere ancora questo target per lungo periodo viste le incertezze economiche globali. Rivisto al ribasso outlook export e produzione.

Market Mover settimana dal 18 Marzo al 22 Marzo

Settimana interessante dal punto di vista macroeconomico con il rilascio dei tassi d' interesse da parte delle banche Centrali degli Stati Uniti, d' Inghilterra e della Svizzera. Acora occhi puntati sulla Brexit per nuova votazione in parlamento.

Lunedi' 18 Marzo

Giornata non di particolare importanza a livello macroeconomico, salta in evidenza il saldo della bilancia commerciale Giapponese e la produzione Industriale in orario notturno, quindi vedremo i risultati al risveglio. Ci sono aspettative positive per la bilancia commerciale, è previsto un dato positivo a 310b rispetto a quello precedente negativo di -1,416B

Stesso discorso per l' Eurozona con il rilascio del saldo della bilancia commerciale alle ore 11.00, in questo caso le previsioni sono per un dato a ribasso rispetto al precedente.

Alle ore 12:00 la Deutesche Bundes Bank rilascia il report mensile sui vari aspetti economici tra cui la politica monetaria Tedesca.

Martedi' 19 Marzo

Dopo poco l' inizio della giornata di Martedi' sarà pubblicato il verbale del' ultima riunione sulla politica monetaria della Banca D' Australia, in quella occasione i tassi sono stati confermati con un approccio neutrale sulla politica futura. Vediamo se emergerà qualcosa di piu' rispetto a quanto già detto nella conferenza stampa.

Alle ore 8:00 e alle ore 10:00 sono previsti i dati sulla bilancia commerciale Svizzera e Italiana.

A seguire i dati sull' occupazione in Gran Bretagna chwe non dovrebbero rivelare sorprese, attesi dati in linea con le aspettative e un tasso di disoccupazione invariato al 4,0%

Molto importante il rilascio del indice ZEW sull' economia Tedesca e dell' Eurozona. Attese stime al ribasso.

Nel pomeriggio in cui vengono rilasciati i dati macro degli Stati Uniti D' America, non abbiamo dati di particolari rilievo. Presenti solo i dati sugli ordinativi alle fabbriche alle ore 15.00.

Come di consueto il Martedi' ci sarà il report sulle scorte settimanali di petrolio. La settimana precedente ha rivelato un notevole abbassamento della giacenza di petrolio, quindi occhi puntati su questo dato in virtu' dei possibili movimentazioni del WTI oil.

Mercoledì 20 Marzo

Nella giornata di mercoledi' ci sarà particolare attenzione per altro voto sulla Brexit e per la decisione di politica monetaria da parte della banca centrale degli Sati Uniti D' America.

Per quanto riguarda la Brexit il parlamento è chiamato ancora a votare un accordo proposto da Theresa May, in caso di esito positivo verrà chiesto una breve estenzione oltre la data del 29 Mazo per attuare l' aricolo 50. La stessa May ha dichiarato che n caso di esito negativo probabilmente la Gran Bretagna non lascerà Unione Europea per molti mesi e forse potrebbe anche non uscire piu' dalla UE.

Per quanto riguarda la decisione sui tassi d' interesse da parte della Federal Bank non ci dovrebbero essere sorprese e i tassi al 2,50% dovrebbe essere confermati. Come piu' volte affermato da Powell non c'è fretta su altre strette monetarie e l' andamento economico locale e mondiale darà delucidazioni sul dafarsi. Prestare comunque molta attenzione alle sue parole nella conferenza stampa post tassi dove potrebbero emergere i numeri di aumento tassi nel 2019.

Verranno rilasciati anche i verbali della politica monetaria della Banca del Giappone che come citato nella premessa ha lasciato i tassi invariati, non dovrebbero pervenire sorprese rispetto a quanto già detto in conferenza stampa.

Da tenere d' occhio i dati delle 10:30 riguardanti l' inflazione mensile in Gran Bretagna, non sono previste variazioni sostanziali per quanto riguarda il dato annuale previsto all' 1,8%, invariato al precedente, mentre atteso al rialzo l' IPC su variazione mensile atteso al 0,5% rispetto al -0,8% del precede.

Nel pomeriggio attesi gli inventari dei prodotti petroliferi che potrebbero confermare o meno il report API del giorno precedente.

In serata atteso il prodotto interno lordo della Nuova Zelanda con aspettative di crescita dal 0,3% allo 0,6%, molto importante per la politica monetaria locale, nell' ultima conferenza stampa la Banca della Nuova Zelanda ha ribadito che la variazioni dei tassi dipenderà dalla crescita economica.

Giovedi' 21 Marzo

Iniziamo la giornata con i verbali dell' ultima riunione di politica monetaria della Banca d' Australia, variazione del livello di occupazione e tasso di disoccupazione. Si aspetta un rivisto al ribasso da 39,1k a 15,2k. Mentre si apetta un tasso di disoccupazione invariato al 5,0%.

Alle 9:30 la Banca Nazionale Svizzera rilascerà ledecisioni sulla politica monetaria, non sono previste variazioni avendo un indice dei prodotti al consumo sottotono.

Alle 10:00 Rapporto mensile della Banca Centrale Europea

Alle ore 10:30 verranno pubblicate le vendite al dettaglio della Gran Bretagna, previsti dati al ribasssi per il mese di Febbraio, la stima è di un -0,4% rispetto al precedente 1,0%.

Alle 13:30 è la volta della Banca d' Inghilterra a rilasciare le decisioni di politica monetraria, la stessa è in attesa di un risvolto della Brexit per capire gli effetti che avrà sull' economia e quindi i tassi probabilmente resteranno invariati allo 0,75%. Sarà importante la variazione dei voti per il cambio di politica monetaria.

Alla stessa ora avremo i dati sulla disoccupazione iniziale mensile negli Stati Uniti con aspettative pressocchè invariate rispetto ai dati precedenti, e la variazione dell' occupazione non agricola del Canada.

Venerdì 22 Marzo

Venerdi' si apre la giornata con il mercato Asiatico e il rilascio dell' indice dei prezzi al consumo su base annua, prevista conferma del dato precedente allo 0,8%

In mattinata previsto il rilascio del PIM manifatturiero Tedesco atteso al rialzo a 48 contro 47,6.

Il PMI manufatturiero zona Euro e l' indice composito dei servizi, entrambi in leggera ascesa.

Nel pomeriggio, alle ore 13:30 il Canada rilascerà l' indice dei prodotti a consumo, annuale e mensile con attese superiori ai dati precedenti, e le vendite al dettaglio, anch' esse riviste al rialzo.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti sono attesi i dati sul settore immobiliare con previsioni crescenti.

Le vendite delle abitazioni esistenti dovrebbero salire a 5,10 M a febbraio.

Attese al rialzo anche gli indici dei direttori di acquisto del settore manufatturiero e del settore terziario.

Ogni Venerdi' viene rilasciato il totale degli impianti di trivellazione USA del petrolio in concomitanza degli impianti nuovi. Una umnto o una diminuizione degli impianti di trivellazione danno una prima indicazione sull' aumentare o meno delle scorte di petrolio per la settimana successiva.

Chiudiamo la giornata e la settimana con il rilascio del Budget Federale degli Stati Uniti, in base a tutte le spese ci si aspetta una diminuizione sostanziale a -229,0B rispetto alla settimana precedente in cui era salito a 9,0B.

ANALISI  TECNICA

1. Prospettive settimanali EUR/USD

Il cambio Euro Dollaro dopo aver chiuso la settimana in positivo in area 1,1330, continua la sua salita dal minimo di 1,1175 portandosi a ridosso del pivot mensile situato a 1,1365, andando cosi' a testare la ema50 su grafico daily e riportandosi al di sotto di essa. Contiamo che la fase rialzista non sia terminata e il trend dovrebbe portarsi a testare la trend line dei massimi e la ema100 che si trova in area ,11394. Andiamo a vedere i possibili scenari in una settimana che si preannuncia con molta volatilità.

Scenario A

Nonostante il trend sia in una fase buy e nonostante crediamo che andrà a testare la tl dei massimi, ci aspettiamo un ritraccio in area pivot settimanale e 38 di fibonacci, all' incirca aul valore di 1,1290, prima di riprendere la salita. Eventuale rottura a ribasso di questo livello spingerebbe il cambio al livello successivo che si trova in area 1268.

Scenario B

In alternativa il cambio continua la sua performance sino a testare la trendline dei massimi e la ema100 in area 1,1396. L'eventuale rottura della trendline lo spingerebbe prima in area 1420 sul doppio massimo e successivamente verso la ema 200 in area 1490.

2. Prospettive settimanali USD/CHF

Il cambio USD/CHF la settimana scorsa dal massimo fatto a 1,0121 ha iniziato una fase sell portandosi a testare la ema50 e la trendline dei minimi su tf Daily, toccando il livello di 1,0000. Pensiamo che la correzione non sia ancora terminata e che il trend possa ancora spingersi verso il basso e analizziamo i possibili scenari.

Scenario A

Il Cambio è a ridosso della trend line, da qui ci aspettiamo un rimbalzo tecnico a ritestare la ema21 a 1,0032 e con la rottura e conferma di essa i livelli 1,0047 ed eventualmente 1,0064, prima di riprendere la fase sell.

Scenario B

Il Cambio rompe con forza la trend e si spinge verso il livello 0,9971 dove abbiamo anche la ema100, eventuale rottura si andrebbe verso il livello successivo che si trova a 0,9922 in prossimità della ema100.

3. Prospettive settimanali USD/JPY

Il cambio USD/JPY ha chiuso la settimana con un massimo inferiore a quello registrato dalla settimana precedente continuando confermando la sua intenzione di iniziare una fase di ritraccio del trend long.

Scenario A

Pensiamo che il cambio continui la sua discesa verso il livello 110,55 andando a testare la trendline dei minimi e il pivot mensile, eventuale rottura della trend line spingerebbe il cambio verso scenari piu' in basso.

Scenario B

Il cambio non riesce a rompere con forza il pivot settimanale e ritorna a testare la trend line dei massimi, eventuale rottura della stessa spingerebbe lo stesso al livello 112,53.

4. Prospettive settimanali XAUSD

Il future dell' oro è in una fase di ritraccio iniziata il 20 febbraio scorso dopo aver toccato il massimo di 1346. La settimana scorsa ha completato un breve ritraccio a 1311 dal minimo di 1281 andando a toccare la trend line dei masimi decrescenti. Crediamo che il Gold debba completare la sua discesa prima di riprendere il suo trend principale.

Scenario A

Dopo aver ritestato la trendline dei massimi, la ema21 su tf daily e dopo aver effettuato un pullback su la trend line precedentemente rotta, crediamo che il Future vada a completare la sua discesa verso il livello di espansione situato a 1276 in primis, ad eventuale rottura dirigersi verso 1268 e 1255. Ogni livello rotto e confermato porta al livello successivo.

Scenario B

In alternativa una eventuale rottura della trendline dei massimi decrescenti, spingerebbe il future verso livelli di resistenza in alto, 1315, 1323 e 1335.

Avvertenza:

Il contenuto di questa analisi non costituisce un consiglio di investimento o una raccomandazione di investimento ne in alcun modo un invito all'acquisto di strumenti finanziari o prodotti.  L'investitore è l'unico responsabile del rischio delle sue decisioni di investimento.

Roberto Gallo, analista e trader professionista, segue i mercati finanziari dai primi anni del 2000. La sua strategia di trading e le sue analisi si basano su studi di tipo tecnico e fondamentale, in particolar modo sulle onde di Elliott, regressioni lineari ed analisi ciclica. E' autore di diversi articoli sul mondo del forex pubblicati sui maggiori blog finanziari tra cui Investing.it.

Roberto Gallo, analista e trader professionista, segue i mercati finanziari dai primi anni del 2000. La sua strategia di trading e le sue analisi si basano su studi di tipo tecnico e fondamentale, in particolar modo sulle onde di Elliott, regressioni lineari ed analisi ciclica. E' autore di diversi articoli sul mondo del forex pubblicati sui maggiori blog finanziari tra cui Investing.it.